loading gallery

loading...

Isola d’Ischia

Un'isola dai mille volti: una vacanza ad Ischia vale cento viaggi

Da sempre celebrata come terra di incommensurabile bellezza naturale, l'isola di Ischia deve alla sua natura vulcanica un paesaggio tra i più variegati del Mediterraneo. Si passa infatti dalle spiagge, alle colline, fino alla montagna in un coacervo di luoghi che intrecciano in un nodo armonico storia rurale e allure da luogo di vacanza internazionale. Per tuffarsi nell'isola frizzante delle notti mondane, delle strade dello shopping, bisogna puntare sulla cittadine costiere come: Ischia porto, Forio, Sant'Angelo.

Mentre per ammirare il volto rupestre e contadino dell'isola basta guadagnare qualche metro in altitudine e portarsi nei comuni di Barano o Serrara Fontana, ma anche nelle frazioni di Forio: santa Maria al Monte, Panza; o nella frazione di Ischia, Campagnano, solo per fare qualche nome. Questi sono posti dove il campo e la vite sono protagonisti di un paesaggio in cui le cantine sono quasi più numerose delle case. Qui il cibo è spartano, ma saporito. Queste sono le contrade del coniglio alla ischitana, tanto per fare qualche accenno all'enogastronomia locale, e del vino sincero.

Poi c'è l'isola delle spiagge. La vastità della spiaggia dei Maronti, lunga chilometri, fa da contrappunto a piccole baie, come quella di Sorgeto a Forio, celebre per le sue piscine naturali di acqua termale, o alla baia di San Montano a Lacco Ameno, piccolo paradiso perduto dal mare color smeraldo.

E per finire -  ma solo per motivi di spazio – c'è l'isola delle Terme: almeno una decina gli stabilimenti idrotermali che uniscono mare e terme, tra cui spiccano per grandezza I Giardini Poseidon di Forio, il parco Negombo di Lacco Ameno, e il parco termale Castiglione di Casamicciola.

Poi ci sono gli stabilimenti termali tout court, per intenderci le terme classiche. Qui il numero si fa decisamente più alto, segnaliamo però: Nitrodi nel comune di Barano, un'antica sorgente termale dalle straordinarie qualità terapeutiche soprattutto nel campo dermatologico; Cava Scura sulla spiaggia dei Maronti, spartana e immersa nel verde, e le antiche terme Belliazzi di Casamicciola, dal profumo neoclassico, meta preferita dei villeggianti “bella epoque” alimentata dalle acque della fonte del Gurgietiello, sorgente dove mito e scienza s'intrecciano saldamente.